La fine di un’avventura.

Purtroppo tutte le più belle avventure sono destinate a finire e anche l’intensa esperienza di alternanza scuola-lavoro di Gianmarco, Davide e Marco è giunta all’ultimo giorno.

Sì, manca ancora qualche ritocco, come l’assemblaggio della scatola dell’alimentatore, e i dettagli non vanno trascurati, ma questa è una giornata in cui forse il progetto passa in secondo piano, lasciando spazio all’indimenticabile esperienza che ha coinvolto i ragazzi del Bertolucci e il tutor Leonardo. Un viaggio a tratti magico, in un’atmosfera familiare e distesa come quella del FabLab, in cui le idee circolano senza sosta e dove chiunque è sempre pronto a collaborare, a rivolgerti una buona parola o ad esprimere un apprezzamento entusiasta per il lavoro svolto.

videocapture_20180608-124420.jpg

Avere a disposizione incredibili risorse e strumenti come la stampante 3D o la laser-cutter (che anche dopo due settimane lasciano ancora a bocca aperta) è stato per il trio davvero stimolante e quasi lo ha messo in difficoltà per la varietà di opzioni possibili. Non a caso il primo brainstorming, all’inizio dell’avventura, ha prodotto oltre una decina di progetti, tra i quali ha poi spiccato l’ “infinity mirror”. Il percorso non è stato per niente facile, tanti sono stati gli errori e altrettante le correzioni, più volte lo specchio è stato corretto in corso d’opera, ma come diceva il filosofo tedesco Nietzsche, “tutti i più grandi pensieri sono concepiti mentre si cammina”.

20180607_170914.jpg

Anche per questa idea è stato lo stesso. Lentamente, giorno per giorno ha preso forma, grazie a Davide e Gianmarco, modellatori infallibili, e a Marco, mastro saldatore, che si sono calati perfettamente nella nuova dimensione lavorativa. Una gran parte del merito va però anche al mitico Leo, con la battuta sempre pronta, brillante e in grado, con la sua creatività e il suo spirito di iniziativa, di rendere leggere e produttive queste due settimane, rappresentando un punto di riferimento per i suoi allievi.

Alla fine dei fatidici dieci giorni, i “signori degli specchi” sono lì, di fronte alla propria creazione, intenti a contemplarla, come ipnotizzati, consapevoli che questa è stata un’esperienza estremamente formativa di cui fare tesoro, fondamentale per proiettare il trio Metalli-Ingranaggi-Solidi nel mondo del lavoro.

20180608_171538

Annunci

Un pensiero riguardo “La fine di un’avventura.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...